logo
Caricamento in corso: attendere........ nel caso di modem 56k l'operazione potrebbe essere molto lunga.
Loading .......
Passeggiando per l'Abruzzo siamo stati al lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga


Passeggiando per l'Abruzzo, siamo andati a Campotosto, il lago più grande d'Abruzzo, che si trova al confine tra il Gran Sasso ed i Monti della Laga. Si tratta di un lago  artificiale, un'estensione di un vecchio lago naturale a cui sono state aggiunte tre dighe per lo sfruttamento idroelettrico.
Per arrivare percorriamo il valico delle Capannelle, la strada che si percorre anche per andare ai Prati di Tivo o alle 100 Cascate. Insomma, si tratta di un itinerario che ha mille sfaccettature e cosparso di luoghi incantati. Ovviamente il paesaggio è meraviglioso anche mentre si è ancora in viaggio. Il lago ci appare maestoso davanti agli occhi in un attimo e guardandosi intorno si possono vedere le magnifiche montagne che lo circondano. Addirittura da bordo lago si vede il Gran Sasso e il Corno Grande si staglia sullo sfondo in tutta la sua magnificenza. Volendo fare un bel giro in macchina si può completamente circumnavigare il lago e bearsi dei bellissimi prati che lo circondano e che in estate lo rendono praticamente una "succursale" del mare. Il bello di questo posto, tra le tantissime altre cose, è che si tratta di una località "quattro stagioni". E' bellissimo andarci in estate, quando si può prendere il sole, fare una bella scampagnata o un lungo giro in bicicletta oppure in moto. In effetti si tratta di una meta piuttosto apprezzata dagli aquilani nel giorno di ferragosto. L'unico neo è che il lago non è balneabile. Diciamocelo: l'acqua è talmente invitante che si fa fatica a non entrarci, ed in effetti mi è capitato di vedere persone che si sono fatte il bagno, pur restando sempre vicine alla riva; però l'acqua è freddissima in ogni stagione, in alcuni punti paludosa ed in altri con correnti piuttosto forti. Insomma, è meglio domare i propri istinti e limitarci a prendere il sole, passeggiare e mangiare gli immancabili arrosticini: si perché quale pranzo migliore in riva ad un lago a ferragosto se non un bel po' di castrato e arrosticini? Questa è proprio l'essenza della vita aquilana!
Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Cosa dire delle gite invernali? Qui, immancabilmente, Campotosto si trasforma in un itinerario enogastronomico e quindi ci ritroviamo a percorrere la conosciuta strada che circumnaviga il lago per scegliere tra i vari ristoranti che offrono cucina locale e ci permettono di assaggiare la mortadella di Campotosto (no, non è una mortadella in effetti ma un salame e potrei aggiungere che ha anche un nome molto più suggestivo che però io non posso scrive qui - dovrete andarci per scoprirlo!), gli squisiti pesci di acqua dolce e la classica cucina abruzzese in tutto il suo splendore. E ovviamente tutto questo seduti a tavola e con gli occhi puntati sulle immancabili vetrate a bearsi della vista delle acque e delle montagne, che è una gioia per gli occhi. Le acque, ho detto? Bè, nelle stagioni più fortunate (e più fredde) si assiste in realtà ad un fenomeno meraviglioso. Il lago diventa una distesa di ghiaccio. Vi è mai capitato di vedere un lago ghiacciato? In Abruzzo, poi? Ebbene si, qui è possibile e lo scenario è davvero dei più suggestivi. Pensate che gli abitanti del posto riescono addirittura ad attraversare il lago a piedi. Ovviamente si tratta di una passeggiata riservata agli "esperti", a persone che conoscono questo posto come le loro tasche e sanno sempre, in ogni momento, dove mettere i piedi. Però anche solo pensarci è una cosa emozionantissima. 

Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Ma l'emozione non finisce qui. Anche in primavera ed in autunno si tratta di una meta fenomenale, gettonatissima dagli amanti della mountain bike o del trekking ma soprattutto dai pescatori. Sul lago, infatti è possibile pescare. E' necessario richiedere una autorizzazione che viene concessa previo pagamento di un contributo in denaro ma è poca cosa davanti alla possibilità di passare alcune ore in un luogo meraviglioso, immersi in un'attività tra le più rilassanti e con la possibilità di portarsi pure la cena a casa, no?

Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Il Lago di Campotosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Autenticazione
Corsi sub a L'Aquila e Roma